Opere

Mariano Fuga - senza titolo

 

 

 

ceramica

Mariano Fuga - senza titolo

 

 

 

 

ceramica

Mariano Fuga - senza titolo

 

 

 

 

ceramica

Mariano Fuga - senza titolo

 

 

 

 

ceramica

Mariano Fuga - senza titolo

 

 

 

 

ceramica

 

 

Mariano Fuga

 

Nato a Nove (VI) nel 1948. Dopo gli studi presso l'Istituto d'Arte per la ceramica di Nove, frequenta l'Accademia di Belle Arti a Venezia, seguendo il corso dello scultore Alberto Viani. Le prime esposizioni risalgono agli anni dell' Accademia, nel 1968 la collettiva presso la Galleria "Il Triglione" di Venezia e nel 1969 alla Galleria "La Bottega" di Lugo di Romagna, e nella Piazza di Casola Valsenio (Ra).

 

Dagli anni Settanta ad oggi è invitato ed ottiene riconoscimenti nelle principali manifestazioni nazionali ed internazionali della scultura e della ceramica contemporanee. Fra queste, partecipa nel 1974 alla VII Biennale d'Arte della Ceramica di Gubbio e negli anni Ottanta e Novanta al Concorso Internazionale della Ceramica di Faenza che gli vale, nel 1985, il premio acquisto per il Museo. Viene invitato inoltre al concorso "Villa de Carouge" in Svizzera, nel 1987; ottiene, nel 1988, il secondo premio al Concorso Nazionale di Pietrastornina (AV), nel 1990 la Targa d'Oro al Concorso Internazionale di Gualdo Tadino e l'anno seguente il primo premio alla Mostra Internazionale di S. Stefano di Camastra (MS).

 

Nel 1992 viene invitato e riceve una menzione d'onore al Concorso Internazionale della ceramica d'arte a Mino in Giappone e nel 2000 è presente alla Biennale Internazionale della Ceramica del Cairo in Egitto. Nel 2002 è invitato ad esporre le sue sculture allo Seeschloss Orth a Gmunden (Austria) e nel 2003 vince il 1° premio alla 6a Edizione della Biennale Internazionale del fischietto in terracotta a Roana (VI), nel 2004 il 2° premio alla 3a edizione della Biennale Internazionale di Asolo.

 

Fra le sue mostre più significative, vanno segnalate le personali al Museo della Ceramica di Nove (1987) e al Centro d'arte e Cultura "Il Brandale" di Savona (1988 ) e ancora: "Fischietti d'artista" alla Microbrera Gallery di Milano (1995), "Apeiron" presso la galleria Percorsi d'arte '90 di Venezia (1996), "Teatrini di Mariano Fuga" a Palazzo Cominelli, S.Felice del Benaco (BS) e al Palazzo del Vescovado a Feltre (1999), "Sculture fischianti" al Museo della Ceramica di Nove (2000), la personale presso la galleria La Bottega di Gorizia (2001), nel 2003 a Saint Jeannet - Nizza e nel 2004 alla galleria A. Sartori Arte di Mantova. Nel 2008 su invito della "Galleria Gulliver" espone una nuova serie di sculture nell'Isola Botanica dell'Hotel Cernia a Capo S. Andrea all'Isola d'Elba. Nello stesso anno è presente con 2 sculture in ceramica realizzate nel 1969 alla mostra "Arte al Bivio" - Venezia negli anni sessanta - presso l'Università Ca' Foscari di Venezia. Nel novembre 2008 è invitato a Udine alla mostra "Aspettando la Biennale Scultura". Nel 1998 ha realizzato una serie di "teatrini" in ceramica che accompagnano testi poetici del regista Cesare Lievi, pubblicati in "Altrove qui" delle edizioni L'Obliquo di Brescia. Sue opere sono esposte al Museum "Louvre It Or Leave It" di Minneapolis, USA.

 

Materiale tratto dal sito personale dell'artista.

per maggiori informazioni: www.marianofuga.it